Vocali (a parlare di noi)

A rincorrerci è stato un attimo

Che l’attimo ci ha preso per i fianchi e ci ha stretto

Costretti a restare

E ignari del mondo

Abbiamo accolto l’ascolto che  sfiorava l’anima

E soffuso inneggiare di pensieri ribelli

Ha scacciato il notturno dai volti

I nostri occhi hanno raccolto grano dai respiri

E le speranze hanno intessuto reti di sospiri

Che respirarci è stato sgranare rosari di desideri

Per dipingerci calore sulla pelle

Oh se potessi

Userei come pennello il mio corpo!

p.s.: scritta in data 8 ottobre 2003

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...