A Barma grande

Balzi-Rossi-2

C’è una ferita nella roccia,
un varco immemore nel tempo
per tornare indietro nei millenni,
ci sono tracce di sangue millenario
graffi scalfiti con le unghie.

Rimbalza la risacca delle onde
chiama a raccolta i fantasmi,
orde di generazioni d’uomini
e di vecchi guerrieri o di donne
coi bambini, al pesante seno.

A Barma grande è una coltellata
tra pietre antiche e rocce scoscese
è nell’azzurro, un grido di dolore.

p.s.: versi dedicati ai Balzi rossi, ed ai ricordi a loro legati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...